CheckUpDown

 

Errore HTTP 400 Bad request (Richiesta non valida)

Introduzione

Il server Web utilizzato per la gestione del sito Web non riconosce come valido il flusso di dati inviato dal client, ad esempio il Web browser o il nostro robot CheckUpDown, perché non rispetta completamente il protocollo HTTP. Il server Web non è pertanto in grado di interpretare la richiesta ed elaborarla.

Questo errore segnala quasi sempre un problema di programmazione del sistema client e/o del server Web.

Correzione degli errori 400 - Informazioni generali

Nel client o nel server Web, oppure in entrambi, si verifica un problema di basso livello (a livello macchina). Nel 95% dei casi si tratta di un problema connesso al sistema client, per es.: una condizione di instabilità del PC sul quale è in funzione il navigatore Web.

  • Il PC è sicuro? Se il PC non è adeguatamente protetto, allora potrebbe essere soggetto a vari tipi di problema, compresi gli errori HTTP 400. Se si sta utilizzando il sistema operativo Windows, accertarsi di installare gli aggiornamenti di sicurezza automatici di Microsoft e, se lo si ritiene necessario, dotarsi un un’utility per la pulizia del registro. Si raccomanda di installare sempre una protezione antivirus e antispyware adeguata. Quando se ne ha la possibilità, prevedere l’adozione di un firewall hardware. Fare attenzione quando si naviga nel Web: bloccare le finestre pop-up ed evitare di accedere a siti ritenuti inaffidabili. Se la sicurezza del PC è stata compromessa, il traffico Web in uscita dal PC e diretto a Internet potrebbe venire inconsapevolmente influenzato da malware (spyware, virus ecc.) attivo sul PC stesso. Si tratta di una condizione che potrebbe essere difficile rilevare.
  • È stato installato software basato sul Web? Alcuni siti di social network o di giochi, per consentire di interagire direttamente con le altre persone in Internet (senza dover, quindi, utilizzare il navigatore Web), richiedono di scaricare, e di avviare, un software sul proprio PC. Questo software, nel caso in cui sia stato scritto male, o scritto intenzionalmente per essere dannoso, può influenzare negativamente tutto il traffico HTTP in uscita dal PC. Potrebbe essere difficile riuscire a liberarsi di questo software indesiderato. Nella condizione peggiore potrebbe essere necessario reinstallare il sistema operativo (con possibile perdita di tutti i dati personali memorizzati nel PC, nel caso in cui non siano stati salvati in una copia di sicurezza [backup]).
  • Qual è il livello di stabilità della connessione Internet? Se si è appena cambiato il fornitore di servizi Internet (ISP) o se l’ISP è particolarmente lento o inaffidabile, il traffico in uscita dal PC, e diretto a un qualsiasi sito Internet, potrebbe venire influenzato negativamente. L’ISP potrebbe aver riconfigurato alcune sue impostazioni (per es.: con l’introduzione di nuovi server proxy o di cache) che determinano una possibile instabilità. In questi casi, un’indicazione della presenza di problemi potrebbe essere una navigazione non affidabile del sito Web dell’ISP. Si potrebbe anche cercare di verificare che il sito Web visitato sia davvero quello al quale si desiderava accedere. Per esempio, vi potrebbe essere un problema DNS. Per verificare questa condizione si deve avviare una prova “Ping”. Un problema DNS potrebbe essere causato dall’ISP, oppure essere legato al sistema che si sta utilizzando, per es.: in un file “hosts”.
  • L’errore si ripete su più di un sito Web? Se l’errore si verifica su un numero elevato di siti Web, questo sta a indicare che il problema è riconducibile al PC e non ai siti Web.
  • L’errore si ripete quando si utilizzano navigatori diversi? Se sul PC sono stati installati due o più navigatori Web, e se il comportamento non è lo stesso (un navigatore Web genera un errore HTTP 400 quando si visita un sito e un altro non genera l’errore HTTP 400 quando si accede allo stesso sito), ciò significa che il navigatore potrebbe essere difettoso. Per risolvere il problema del navigatore difettoso, installare un aggiornamento o un fix di sicurezza. Se al navigatore difettoso sono state recentemente modificate alcune impostazioni di configurazione, cercare di ripristinare quelle precedenti per vedere se si riesce a risolvere il problema.
  • L’errore si verifica su siti Web “pesanti”? Se il problema si verifica con siti relativamente piccoli, provare ad accedere a siti più “pesanti”, come Amazon, Ebay, Google, Microsoft o Yahoo. Se il problema si verifica solo sui siti piccoli, ciò sta a significare che il problema è imputabile solo a questi siti, oppure al traffico in uscita dal PC e indirizzato a tali siti.
  • L’errore si verifica su singoli URL? Se il problema si verifica con URL lunghi e complicati (per es.: http://www.xxx.com?PHPrequest=643&value=dres&cookies=No) ma non con URL più brevi dello stesso sito (per es.: http://www.xxx.com), ciò potrebbe indicare che il problema è riconducibile al server Web del sito al quale si sta cercando di accedere. Pur essendo un buon punto di partenza, non si tratta, tuttavia, di una prova decisiva. Contattare i proprietari del sito Web e descrivere il problema. Per esempio, si potrebbe verificare un problema quando si attiva un metodo POST (ovvero quando si stanno trasmettendo e contemporaneamente ricevendo dati allo/dallo stesso sito Web), ma non con i metodi GET (si stanno solo ricevendo dati dal sito Web).
  • Si verificano problemi di cache? Provare a eliminare i cookie, svuotare la cache e la cronologia di navigazione del navigatore Web. Disabilitare, o rimuovere, qualsiasi utility di memoria cache di terze parti o qualsiasi software di “accelerazione Web” precedentemente installato. Quindi, riavviare il PC e qualsiasi firewall/router utilizzato per connettersi a Internet. Questa operazione potrebbe non risolvere il problema ma potrebbe, per lo meno, eliminare qualsiasi problema legato alle precedenti impostazioni del PC.
  • Che cosa è cambiato da quando si è presentato l’errore HTTP 400? In linea generale, provare a ricordare che cosa è cambiato nel funzionamento del PC a partire dal momento in cui si è verificato il problema. Questa verifica potrebbe coinvolgere una qualsiasi delle condizioni sopra descritte. Procedere a ritroso e vedere se l’annullamento di uno di questi cambiamenti genera qualche differenza.

In sostanza, sono molte le cose che si possono fare per controllare il proprio PC. Se, quando si contatta il proprietario del sito Web che ha generato l’errore HTTP 400, ci si sente dire: “Abbiamo molti altri visitatori che non hanno il suo problema e, pertanto, ci deve essere qualcosa che non funziona nel suo PC”, nella maggior parte dei casi avrà ragione, e non si potrà pretendere che sia disponibile a risolvere i problemi del vostro PC. Tuttavia, se sanno che nel loro sito Web c’è un problema, con molta probabilità lo dichiareranno e comunicheranno quando prevedono di risolverlo.

Correzione degli errori 400 - CheckUpDown

Rileviamo la presenza di problemi, come gli errori 400. Questo errore non dovrebbe mai essere riscontrato quando si utilizza il servizio CheckUpDown e indica che i due sistemi, ovvero il robot e il server Web, sono in disaccordo riguardo alla sintassi dei flussi di dati HTTP.

In caso di errori 400, contattare direttamente la nostra società, preferibilmente tramite e-mail. La nostra società è l'unica a poter risolvere questi errori. La risoluzione potrebbe richiedere del tempo perché è necessario analizzare i flussi di dati HTTP sottostanti ed eventualmente contattare il provider di servizi Internet e il fornitore del software del server Web per risalire all'esatta causa dell'errore.

Ciclo di operazioni HTTP per gli errori 400

Qualsiasi client, ad esempio il Web browser o il nostro robot CheckUpDown, effettua il ciclo di operazioni seguente quando comunica con il server Web:

  1. Ottiene un indirizzo IP in base al nome IP del sito, ovvero l'URL del sito senza il prefisso"http://". Questa ricerca, o conversione del nome IP in un indirizzo IP, viene eseguita dai server DNS (Domain Name Server).
  2. Apre una connessione socket IP a tale indirizzo IP.
  3. Scrive un flusso di dati HTTP tramite il socket.
  4. Riceve un flusso di dati HTTP dal server Web in risposta. Questo flusso di dati contiene codici di stato i cui valori sono determinati dal protocollo HTTP. Analizza il flusso di dati per rilevare i codici di stato e altre informazioni utili.

Questo errore si verifica durante il passaggio finale sopra indicato, quando il client riceve un codice di stato HTTP che identifica come "400".

Most Common HTTP Errors

403 - Forbidden
404 - Not Found
500 - Internal Server Error
502 - Bad Gateway
503 - Service Unavailable

Other HTTP Errors

This link contains an overview and a list of other HTTP Errors

For quick access to other errors, use the links below:
300 Error Range: 300 301 302 303 304 305 306 307
400 Error Range: 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417
500 Error Range: 500 501 502 503 504 505

La nostra società gestisce inoltre i siti Web seguenti: