CheckUpDown

 

Errore HTTP 405 - Method not allowed (Metodo non consentito)

Introduzione

Per indicare l'azione da eseguire nel server Web per una particolare risorsa di un URL identificata dal client, ad esempio il Web browser o il nostro robot CheckUpDown, nel protocollo HTTP viene definito un metodo. I metodi disponibili sono:

  • OPTIONS: consente di individuare le opzioni di comunicazione disponibili per una particolare risorsa di un URL. Permette al client di determinare le opzioni e/o i requisiti associati a una risorsa oppure le funzionalità di un server senza eseguire un'azione specifica che comporta il trasferimento di dati.
  • GET: consente di recuperare le informazioni identificate dalla risorsa dell'URL, ad esempio una pagina Web o un'immagine particolare. È il metodo più comune.
  • HEAD: equivale al metodo GET, fatta eccezione per il fatto che il server restituisce solo informazioni di intestazione, non le informazioni effettive identificate dalla risorsa dell'URL. È utile per ottenere metadati relativi all'entità interessata dalla richiesta senza trasferire l'entità stessa. Viene spesso utilizzato per verificare la validità, l'accessibilità e le modifiche recenti di collegamenti ipertestuali.
  • POST: consente di inviare dati al server Web, ad esempio 1) pubblicare un messaggio in un sistema BBS, un newsgroup o una mailing list, 2) immettere dati di input, in genere da un modulo CGI, in un processo per la gestione di dati oppure 3) aggiungere un record direttamente a un database.
  • PUT: consente di impostare (definire o sostituire) i dati per un particolare URL in base ai nuovi dati inviati dal client. È ad esempio possibile caricare una nuova pagina Web in un server.
  • DELETE: consente di rimuovere i dati associati alla risorsa dell'URL. È ad esempio possibile eliminare una pagina Web.
  • TRACE: consente di eseguire un loopback remoto a livello dell'applicazione del messaggio della richiesta. Si tratta di un "ping" che verifica quali dati il server Web riceve dal client.
  • CONNECT: è riservato per il tunneling, ad esempio SSL, tramite un server proxy. Questo metodo è definito solo per il protocollo HTTP versione 1.1, non per la versione precedente 1.0.

Tutti i server Web possono essere configurati in modo da consentire o meno qualsiasi metodo. Se ad esempio un server Web è "di sola lettura", il che significa che non consente ai client di modificare le risorse degli URL, può essere configurato in modo da non consentire i metodi PUT e DELETE. Analogamente, se tutte le pagine Web sono statiche e non è previsto un input dell'utente, è possibile non consentire il metodo POST. Gli errori 405 possono pertanto essere generati perché il server Web non è configurato in modo da ricevere dati dal client oppure se il client non dispone di autorizzazioni sufficienti per la risorsa dell'URL identificata nella richiesta.

Correzione degli errori 405 - Informazioni generali

Gli errori 405 spesso vengono generati con il metodo POST. È possibile che si stia tentando di inserire un modulo di input nel sito Web. Non tutti i provider di servizi Internet, tuttavia, supportano il metodo POST necessario per l'elaborazione del modulo.

Tutti gli errori 405 sono riconducibili alla configurazione del server Web e alle impostazioni di sicurezza che controllano l'accesso al contenuto del sito Web, pertanto è possibile ottenere informazioni al riguardo dal provider di servizi Internet.

Correzione degli errori 405 - CheckUpDown

Rileviamo la presenza di problemi, come gli errori 405. Questo errore non si dovrebbe mai verificare con l'account CheckUpDown. Se si verifica, in genere segnala la presenza di un problema di programmazione nei nostri sistemi oppure nel server Web utilizzato per la gestione del sito. La nostra società utilizza esclusivamente il metodo GET, che è consentito in tutti i server Web, altrimenti nessuno sarebbe in grado di visualizzare il sito Web.

In caso di errori 405, contattare la nostra società, preferibilmente tramite e-mail, perché non è possibile risolverli autonomamente. Ci metteremo in contatto con il provider di servizi Internet e il fornitore del software del server Web per risalire all'esatta causa dell'errore.

Ciclo di operazioni HTTP per gli errori 405

Qualsiasi client, ad esempio il Web browser o il nostro robot CheckUpDown, effettua il ciclo di operazioni seguente quando comunica con il server Web:

  1. Ottiene un indirizzo IP in base al nome IP del sito, ovvero l'URL del sito senza il prefisso"http://". Questa ricerca, o conversione del nome IP in un indirizzo IP, viene eseguita dai server DNS (Domain Name Server).
  2. Apre una connessione socket IP a tale indirizzo IP.
  3. Scrive un flusso di dati HTTP tramite il socket.
  4. Riceve un flusso di dati HTTP dal server Web in risposta. Questo flusso di dati contiene codici di stato i cui valori sono determinati dal protocollo HTTP. Analizza il flusso di dati per rilevare i codici di stato e altre informazioni utili.

Questo errore si verifica durante il passaggio finale sopra indicato, quando il client riceve un codice di stato HTTP che identifica come "405".



Most Common HTTP Errors

403 - Forbidden
404 - Not Found
500 - Internal Server Error
502 - Bad Gateway
503 - Service Unavailable

Other HTTP Errors

This link contains an overview and a list of other HTTP Errors

For quick access to other errors, use the links below:
300 Error Range: 300 301 302 303 304 305 306 307
400 Error Range: 400 401 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417
500 Error Range: 500 501 502 503 504 505